Akher Wahed Fina (The Last of Us)

di Ala Eddine Slim

N (il protagonista) arriva dal deserto per raggiungere il Nord Africa e compiere una traversata illegale verso l’Europa. Rimasto solo in Tunisia, decide di affrontare il mare in solitario. Ruba così una barca e comincia il viaggio, ma presto l’imbarcazione affonda. Da quel momento il viaggio di N si farà unico e speciale: scoprirà spazi diversi e infiniti, farà incontri intensi e fuggevoli, si confronterà con un’altra immagine di se stesso.

Ala Eddine Slim

Nato nel 1982, è co-fondatore della società di produzione tunisina Exit Productions. Ha realizzato diversi cortometraggi e opere di videoarte, fra cui Une Nuit parmi les autres (2008), Le Stade (2010) e Journal d’un homme important (2010). Ha co-diretto il documentario Babylon, vincitore del Grand Prix al FID Marseille 2012. Akher wahed fina è il suo primo lungometraggio di finzione.

Note di Regia

Akher wahed fina deve essere inteso come una prosecuzione dei miei film precedenti, risponde a un’esigenza di continuità di ricerca su molti temi che ritengo importanti: la solitudine contemporanea, il vagabondare, il viaggiare, la natura umana in ogni suo aspetto, il realismo magico, la mutazione ecc. La storia del film è connessa all’esperienza diretta degli eventi occorsi negli ultimi anni in Tunisia e in aree geografiche circostanti. La prima parte si svolge essenzialmente nel deserto e a Tunisi, città che ho ripreso molte volte nei miei film. Tunisi è una piccola “capitale”, abbastanza scura di notte e dove la vita notturna si svolge soprattutto in strada o all’interno di spazi chiusi. Il corpo di N diviene un corpo scomparso, come accade frequentemente a chi cerca di passare clandestinamente il confine. Nella seconda parte del film gli eventi assumono un carattere più surreale e N inizia ad avere una serie di incontri speciali con alcuni animali, con un uomo, con la natura, con resti del passaggio umano, con un alone di luce... riscopre il proprio corpo e la sua connessione a una natura primaria. L’equazione tra l’aspetto umano e il passaggio si realizza attraverso la foresta e le montagne. Il corpo di N resiste alle leggi della natura. L’ultima parte del film concerne invece l’idea di scomparsa e di evaporazione.

Dati Tecnici

Titolo: The Last of Us

Titolo Originale: Akher Wahed Fina

Genere: Drammatico

Durata: 1h 35"

Regia: Ala Eddine Slim

Sceneggiatura: Ala Eddine Slim

Fotografia: Amine Messadi

Montaggio: Ala Eddine Slim

Musiche: Tarek Louati

Produzione: Exit Productions, Madbox Studios, Inside Productions, Mohamed Ismail Louati

Interpreti: Jawher Soudani, Fathi Akkari, Jihed Fourti

Calendario delle Proiezioni nel Triveneto e Alto Adige