Le ultime cose

di Irene Dionisio

A Torino una moltitudine dolceamara porta in pegno i propri averi, in attesa del riscatto o dell’asta finale. Tra i mille volti che raccontano l’inventario umano della crisi, tre storie si intrecciano inconsapevolmente sulla sottile linea del debito morale. Sandra, giovane trans, per sfuggire al passato porta in vendita la sua pelliccia. Il suo sguardo incrocerà quello di Stefano, novellino appena entrato al banco, spingendola verso una tenera ossessione. Michele, ex facchino in pensione, chiede un prestito a un parente, ma questo fatalmente si rivelerà la persona sbagliata.

Irene Dionisio

Nata nel 1986, si è laureata in Filosofia estetica e sociale all’Università di Torino, ha frequentato il Master in documentarismo diretto da Daniele Segre e Marco Bellocchio, e il Master IED diretto da Alina Marazzi. Attraverso l’associazione Fluxlab, di cui è socia fondatrice, cura progetti culturali e artistici su tematiche quali l’integrazione, le politiche culturali e le questioni di genere. La sua produzione artistica include videoinstallazioni e documentari, fra cui Sponde. Nel sicuro sole del nord (2015) e La fabbrica è piena. Tragicommedia in otto atti (2011). Le ultime cose è il suo primo lungometraggio di finzione.

Note di Regia

Mi sono sempre domandata quanto e come ci modifichino i problemi economici che viviamo quotidianamente, cosa ci spinga a lavorare quattordici ore al giorno per non possedere nulla, se non il semplice diritto di esistere, e cosa spinga chi potrebbe cambiare le cose a non porsi mai domande. Quanto un debito è soprattutto un debito morale, una colpa? A Torino mi sono imbattuta nel banco dei pegni e nella sua densità di significato e di vita. In questo luogo l’essere umano sembra spogliato delle sue sembianze naturali, impotente e annichilito davanti a una rete possente, organizzata e sorda. Attraverso i colloqui, i dialoghi, le relazioni con gli oggetti e le singole storie, vorrei creare un affresco tragico, ma al contempo giocoso, quasi comico nella sua fragile tenerezza, che racconti di un’umanità di fronte al debito. In quest’ambiente attraversato da relazioni di tale forza sento che molte delle domande a cui cerco risposta si trasformano in storie da raccontare. Da rimettere in scena nei loro dettagli, nella loro effimera esistenza, nei loro apparentemente inutili sviluppi. Nella loro potente evocatività. Che ci lascia posare lo sguardo su ciò che l’uomo è divenuto di fronte al sistema debito.

Dati Tecnici

Titolo: Le ultime cose

Titolo Originale: Le ultime cose

Genere: Drammatico

Durata: 1h 29"

Regia: Irene Dionisio

Sceneggiatura: Irene Dionisio

Fotografia: Caroline Champetier

Montaggio: Aline Hervé

Musiche: Matteo Marini, Gabriele Concas, Peter Anthony Truffa

Produzione: Tempesta, Rai Cinema

Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà

Interpreti: Fabrizio Falco, Roberto De Francesco, Christina Rosamilia, Alfonso Santagata, Salvatore Cantalupo, Anna Ferruzzo, Nicole De Leo, Maria Eugenia D’Aquino, Margherita Coldesina

Calendario delle Proiezioni nel Triveneto e Alto Adige